Torna indietro

TiedBelly

Genere: blues

La scheda di questa band e’ ancora un po’ vuota.
Vuoi aiutarci a riempirla?


Contattaci!

DESCRIZIONE

TIEDBELLY è nato in un ospedale quando era già nato. Ricoverato per un vero e proprio annodamento di budella e operato chirurgicamente, durante l’anestesia riceveva una visita dallo spiritello di Papa Legba -la divinità dei crocicchi cara alla cultura Yoruba – che lo investiva, in ragione del “crocicchio” che in quel momento dava forma alle sue interiora , dell’onere di predicare al mondo il dubbio su dio e il male dell’uomo e di suonare la musica del diavolo. TIEDBELLY ha iniziato così una lunga pratica di apprendistato – ancora lungi dal concludersi – riguardo gli argomenti salienti della sua predicazione; argomenti facilmente ricavabili dall’osservazione del mondo: basta essere vivi infatti, per constatare l’assenza di un dio, riconoscere il male compiuto dall’uomo e, almeno quello, ascoltare la musica del diavolo. Il problema è proprio questa abbondanza di materiale, che rende impossibile al nostro ritenersi finalmente e definitivamente formato. Per questo la “musica del diavolo” di TIEDBELLY (che fu già apprendista, prima di assumere il suo nome di battaglia, sotto le scure insegne di OSWALD BLACK BANDA) è il racconto di un cammino interminabile e dei brutti incontri che si fanno compiendolo. Blues, hillbilly, folk con uno sputo deviante di punk, sono le frecce spuntate con cui TIEDBELLY mira al cuore di chi ascolta. Una pessima mira, una discutibile autostima e un bisogno mai appagato di psicoanalisi fanno il resto. Perciò ogni esibizione viene diversa dalla precedente e ogni canzone indossa sul momento, la maschera trovata nella spazzatura in quel preciso giorno, lasciandolo con la domanda:” Chissà come suonerà il tutto la prossima volta….”

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora