Go back

Giorgio Canali e Rossofuoco + The Niro + Tuppi

Wednesday Dec. 4, 2019 show at Planet (Biennale MArte Live)

04
Dec
rock pop

Date and time

Dec. 4, 2019

Show starts: 8:30 p.m.

Tickets

Presale: 10.00 € + d.d.p.



Special guest del 4 dicembre al MArteLive - Lo spettacolo totale è uno dei punti di riferimento del rock italiano: Giorgio Canali si esibirà al Planet Roma con la sua band i Rossofuoco.

Gli altri ospiti speciali che ci accompagneranno in questa serata sono:

The Niro - un cantautore fuori dagli schemi, capace di dividere il palco con artisti quali Amy Winehouse, i Deep Purple per poi esibirsi sul palco dell’Ariston, quindi tornare a lavorare col regista di V per Vendetta a una colonna sonora.

TUPPI - il re del funky e del soul, capace di incredibili prodezze in console e dai set raffinati che spaziano dalla musica vintage a suoni contemporanei.

 

"Lo spettacolo totale" è l'evento principale della #BiennaleMArteLive, dal 3 al 5 dicembre presso il Planet. "Lo spettacolo totale" è il format storico che contraddistingue il festival dal 2001 ad oggi, un evento multidisciplinare che definiamo "multi-artistico" per rafforzare ancora di più il concetto che sta alla base del festival e di tutto l'universo MArteLive: la simultaneità delle arti e il loro ibridarsi e sovrapporsi per creare un unico grande evento frutto della sinergia di più spettacoli in otto diversi spazi, ma in un’unica location. Questa separazione tra uno spazio e l'altro, unita alla simultaneità delle performance crea lo spettacolo totale, un’esplosione di creatività unica che ha permesso il successo di MArteLive.

GIORGIO CANALI
Inizia la carriera musicale verso la fine degli anni settanta come voce di varie band punk locali della scena romagnola. All'inizio degli anni ottanta, con l'avvento di nuove tecnologie elettroniche (come il protocollo MIDI) inizia ad interessarsi alla musica elettronica e da vita, insieme a Roberto Zoli, a diversi progetti musicali che culminano nella fondazione di Politrio e nella pubblicazione del disco Effetto Eisenhower nel 1986. L'approccio al lato più tecnico della musica lo porta a collaborare come tecnico del suono con la PFM e con i Litfiba. Conosce i CCCP Fedeli alla linea nel 1989, durante la tournè congiunta tra questi ultimi e i Litfiba in Unione Sovietica. Entra successivamente a far parte dei CCCP insieme ad altri fuoriusciti dei Litfiba, Gianni Maroccolo e Ringo De Palma. Nel 1990 partecipa come chitarrista e come tecnico del suono all'ultimo disco dei CCCP, Epica Etica Etnica Pathos.

All'inizio degli anni '90, dopo lo scioglimento dei CCCP Fedeli alla linea, si trasferisce quasi stabilmente in Francia. Collabora ai tour dei Noir Désir e produce i tre dischi dei Corman & Tuscadu. Suona anche la chitarra nel secondo album Pestacle.

Nel 1992 fonda il Consorzio Suonatori Indipendenti insieme ad altri ex membri dei CCCP Fedeli alla linea. Nel gruppo affianca alle chitarre lo storico leader e chitarrista dei CCCP, Massimo Zamboni. Durante l'esperienza dei C.S.I. porta avanti anche un proprio progetto solista, che culmina nel disco Che fine ha fatto Lazlotòz del 1998.

Dopo la fine dei C.S.I. e la divisione dei due leader storici, Giovanni Lindo Ferretti e Massimo Zamboni sviluppa ulteriormente il suo progetto solista e raccoglie alcuni dei musicisti che lo avevano affiancato nel tour di Lazlotòz in una formazione stabile, i Rossofuoco, che lo accompagnerà in tutti i dischi successivi.

Dal 2001, parallelamente all'esperienza solista, è inoltre ancora a fianco di Giovanni Lindo Ferretti nei PGR ancora in veste di chitarrista. Da notare che i due collaborano e sono buoni amici pur condividendo pochissimo sul piano delle idee politiche o religiose[2]. Delle controverse prese di posizione da parte di Ferretti, Canali si è peraltro sempre dichiarato poco sorpreso, difendendo anzi la coerenza del cantautore nel corso degli anni[3].

Dopo i Corman & Tuscadu, negli ultimi anni Canali é tornato diverse volte a ricoprire il ruolo di produttore. Tra i dischi più famosi da lui prodotti ricordiamo l’omonimo esordio dei Verdena (1999), Sguardo contemporaneo di Bugo (2006) e Canzoni da spiaggia deturpata di Le luci della centrale elettrica, dove partecipa anche in veste di chitarrista. Ha inoltre collaborato con molti gruppi italiani e stranieri quali Marlene Kuntz, Noir Désir, Litfiba, Timoria, Premiata Forneria Marconi, Yo Yo Mundi, Tre Allegri Ragazzi Morti, Virginiana Miller, Ulan Bator, Melt, Wolfango, Santo Niente, (P)neumatica, Quinto Stato, Zen Circus, Masoko, Hic Niger Est (con "primo parallelo" uscito nel gennaio 2007).



Skyscanner logo

Cerca un hotel vicino all'evento


Booking.com

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora