Go back

Stuart Braithwaite + Carmelo Pipitone + C+C=Maxigross

Thursday Dec. 5, 2019 show at Planet (Biennale MArte Live)

05
Dec
electro rock

Date and time

Dec. 5, 2019

Show starts: 8:30 p.m.

Tickets

Presale: 10.00 € + d.d.p.



"MArteLive - Lo spettacolo totale" chiude in grande il 5 dicembre con due ospiti davvero speciali: Stuart Braithwaite, leader, cantante e chitarrista della band che ha cambiato la storia del post rock mondiale, gli scozzesi Mogwai; e Carmelo Pipitone, voce e chitarra della storica band folk rock Marta sui Tubi.

 

"Lo spettacolo totale" è l'evento principale della #BiennaleMArteLive, dal 3 al 5 dicembre presso il Planet. "Lo spettacolo totale" è il format storico che contraddistingue il festival dal 2001 ad oggi, un evento multidisciplinare che definiamo "multi-artistico" per rafforzare ancora di più il concetto che sta alla base del festival e di tutto l'universo MArteLive: la simultaneità delle arti e il loro ibridarsi e sovrapporsi per creare un unico grande evento frutto della sinergia di più spettacoli in otto diversi spazi, ma in un’unica location. Questa separazione tra uno spazio e l'altro, unita alla simultaneità delle performance crea lo spettacolo totale, un’esplosione di creatività unica che ha permesso il successo di MArteLive.

STUART BRAITHWITE BIO
Classe '76, è cresciuto ascoltando The Cure, Joy Division, The Velvet Underground, la sua passione per la musica lo ha portato da sempre a sperimentare nuovi suoni e melodie; è proprio questa sperimentazione continua che lo ha consolidato negli anni, come uno degli artisti più poliedrici ed affascinanti del panorama musicale mondiale.

Stuart ha iniziato giovanissimo a suonare in band dai nomi alquanto bizzarri: la sua prima, i Deadcat Motorbike, si sciolse nel 1995, e da lì a poco si sarebbero formati i Mogwai.

Agli inizi degli anni 2000, Stuart ha incominciato anche a suonare in solo, “sfruttando” le pause dei Mogwai, per sperimentare questa nuova dimensione. Ne nacque così un minitour (acustico prima ed elettrico poi), che riscosse subito un inaspettato successo.
Una nuova dimensione solitaria sì, ma non per questo scevra di quei muri sonori che sono il marchio di fabbrica suo e dei Mogwai da sempre.

Un po’ di ambient guitar noise, una dose di Elettronica, un po’ di sano vecchio songwriting. Il tutto mixato sapientemente dalle sue mani a dar vita ad un magmatico minimalismo.


CARMELO PIPITONE BIO
Nasce a Marsala nel 1978. Già da piccolo mostra interesse per la musica e all’età di 9 anni riceve in regalo la sua prima chitarra. Proprio in Sicilia inizia a partecipare a diversi progetti musicali, uno su tutti i R.Y.M.

Si sposta a Bologna nel 2001 e con Giovanni Gulino forma i Marta Sui Tubi, progetto che lo vedrà impegnato per 15 anni, tra dischi e un’intensa attività live collezionando affollatissime date in tutta la penisola e all’estero.
Con i Marta sui Tubi ha pubblicato 6 album in studio: Muscoli e dei (2003) – C’è gente che deve dormire (2005) – Sushi & Coca (2008) – Carne con gli occhi (2011) – Cinque, la luna e le spine (2013) – Lostileostile (2016), un album dal vivo Cinque, la luna, le spine e il live (2013) e una raccolta dei brani più importanti Salva Gente (2014).
Preziose le collaborazioni con artisti del calibro di Lucio Dalla, Franco Battiato, Enrico Ruggeri e tappe importanti come il Primo Maggio a Roma, Italia Wave prima dei Placebo, le apparizioni legata alla fiction “Romanzo Criminale” e le prestigiose partecipazioni alla trasmissione “Che Tempo Che Fa”.

Nel 2009 Carmelo Pipitone riceve il Premio Insound come migliore chitarrista acustico.
Partecipano al Festival di Sanremo 2013 nella categoria “Big” con due brani “Dispari” e “Vorrei”, duettando, nella serata dedicata ai brani storici, con Antonella Ruggiero.

Nel 2014 contribuisce alla formazione della superband O.R.K. con Lorenzo Esposito Fornasari (Hypersomniac, Bersèk) voci e tastiere, Carmelo Pipitone alle chitarre, Colin Edwin (Porcupine Tree) al basso e Pat Mastelotto (King Crimson) alla batteria. Band tutt’ora attiva.

Nell’estate del 2017 inizia a suonare con i Dunk (Ettore, Marco Giuradei e Luca Ferrari dei Verdena) e anche questa collaborazione gli permette di andare in tour per i Club e Festival d’Italia per tutto il 2018.

Nel frattempo accumula materiale per la sua prima pubblicazione da solista. Il suo primo album da solista “Cornucopia” uscirà il prossimo novembre per La Fabbrica etichetta indipendente ed è stato prodotto da Lorenzo Esposito Fornasari.



Skyscanner logo

Cerca un hotel vicino all'evento


Booking.com

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente. Aggiorna ora